Posts Tagged ‘ acrobatica ’

Allenamento 13-19/05/13

Settimana che conclude la fase precedente di accumulo per poi cercare di scaricare un po’ di fatica (generale sopratutto, sulle ginocchia in maniera specifica) e di puntare ad alcuni risultati necessari per il periodo (la coreografia per il saggio / spettacolo di circo di fine anno e le prossime uscite di arrampicata con il CAI).

lunedi : appena esco dall’ufficio, esaltato dalla giornata di meteo eccezionale (e, visti i giorni successivi, ho fatto davvero bene) parto alla volta della Madonna di Luciago (sotto il Mottarane) per una mini escursione di esplorazione su futuri sentieri, itinerario davvero bello. Sentiero da 2 ore e mezza, lo faccio in poco più di un’ora (non per altro, ma avevo il tempo contato).

Poi vado a tenere il solito corso del lunedi, piccolo riscaldamento interno e poi ci dirigiamo verso un piccolo ma ricco spot: anche per la presenza di un’ospite della NoCAGE (gruppo di borgomanero), facciamo un veloce e divertente ripasso di tutti i fondamentali, ma outdoor. Finiamo con 11 sec verticale + 11 piegamenti , per 3 volte.

mercoledi: Tengo il corso al Circo Clap, prima con i ragazzini (che riprovano i loro percosini) e poi per gli adulti leggero allenamento in cui punto al recupero gambe e da fatica generale : coreografia per la prima mezz’ora (sopratutto studiata con gli altri ragazzi) e anelli, qualche esercizio di statica e tenuta.

giovedi: Cerco di recuperare un po’ di tempo e riparto con un ripasso della coreografia di parkour e acrobatica, cercando eventuali punti di collegamento. Penso alle musiche, e alle azioni di scena. Poi passo alla parte più specifica, cercando le posizioni di acrobalance con la mia giovanissima partner, ripassando verticale e flick indietro (dai che ci siamo quasi), posizioni sulla struttura di tubi. Insomma, non tutto mi quadra perfettamente rispetto ai miei gusti ma come già detto è una bella sfida e ci tengo a provarci fino in fondo.

sabato e domenica: mini sessione di condizionamento da parkourgenerations, durata 10 minuti e poi arrampicata Indoor (visto il tempo…sich…) nella locale palestra di Colazza: nonostante tutto viaggio bene, sia i passaggi con il tettino in buolder sia con la corda. Non tiro tantissimo, ma tutto molto divertente con Giulia che mi fa da seconda.

Settimana prossima vorrei provare spingere di nuovo un paio di movimenti per cercare di completarli, pur dovendo tenere in conto ancora un po’ di tempo e fatica per gli stessi impegni di settimana scorsa.

Annunci

Allenamento 29-05/04e05/13

Settimana di vacanza dai corsi e dall’allenamento “solito”. Ho ritentato il test del precision 10 piedi senza successo, ma oltre a sembrarmi un obiettivo ancora troppo difficile, non riesco a trovarmi in condizione di forma nel momento programmato. Poco grave, data che la settimana è stata sopratutto di scalate, ritentero’ la prossima settimana.

-Lunedi, martedi, mercoledi :   Mi allontano dalla pioggia del nord e mi rifugio a Finale Ligure con l’amico Dario, località “grotta  vista mare e campeggio libero”.

IMG_3121

IMG_3154

IMG_3149

Tre giorni di falesia con tiri brevi ma intensi, considerando che i gradi sono tutti sottostimati rispetto ai nostri e che sopratutto, la roccia di calcare è molto diversa dal granito e necessita una fase di adattamento non indifferente. Arrampicata su buchi e maniglie, su muri verticali e a volte qualche placca più appoggiata. Comunque sempre molto fisica (resistenza della presa sopratutto) e tecnica (piedi ed equilibrio, spesso movimenti non frontali).

giovedi: Dopo un giorno di devastante ritorno alla realtà,la sera sono andato al corso di acrobatica al Circo, ero un po’ cotto e la preparazione al saggio ruba un po’ di tempo alla pratica, di conseguenza non sono molto soddisfatto della parte tecnica che spero di recuperare un po’ in questo ultimo mese di corso.

venerdi: mattino e pomeriggio mi dedico a un piccolo allenamento di defaticamento , mentre in serata provo al circo per il saggio di fine anno, coreografia per i ragazzini più giovani e per gli adulti, di cui faccio parte. La coreografia almeno nei movimenti è completata, e come sempre tenere dei buoni movimenti con un buon ritmo per per pochi minuti è molto più faticoso di quel che sembra. Infine tento il mio test di precision, cercando di avvicinarmi anche con salti sub massimali, ma senza risultati positivi.

sabato: ho un’uscita pratica con il CAI di Arona, come prova di ammissione al corso di Alpinismo Avanzato. A parte le manovre di corda e di progressione, faccio un bel tiro atletico nella falesia di Cuzzago. Per la cronaca sono ammesso e il prossimo mese seguirò questo corso.

Allenamento 18-24/03/13

Doveva iniziare un periodo più tecnico e di “break the jump”, ovvero di movimenti da sbloccare dove interviene anche una certa componente di “paura”. Il clima non ha aiutato , e nemmeno le energie in campo, e cosi ho anticipato il potenziamento di gambe, il cui obbiettivo è chiudere un precision di 10 piedi a terra.

Lunedi: Abbiamo appunto lavorato su un certo condizionamento di gambe, concentrandoci su gesti un po’ più specifici all’inizio come scatti e salti vari; abbiamo poi inserito i circuiti un po’ più tecnici di 2 o 3 elelementi e per finire una sessione di condizionamento a circuito su 10 stazioni, molto “funznionale” . 2 nuovi partecipanti si uniscono al corso.

Martedi: riesco a arrampicare di nuovo finalmente, e anche con un certo tempo di stop mi sembra di non aver perso molto (se non la memoria delle prese e delle sequenze dei circuiti). In contempo lavoro più su passaggi tosti e brevi e poi faccio qualche salita con la corda per risvegliare un po’ la memoria mia e del compare.

Mercoledi: Al circo con  corso, ripassiamo un po’ la sequenza tra la struttura.

Poi cerchiamo di provare un po’ un nuovo movimento e quindi usciamo: allenamento in esterna lavorando su un percorsino con drop e wall run abbastanza alti, e poi precision e drop – precision altrettanto alti. Insomma, forse non sono break the jump ma un buon lavoro di impegno totale.

Giovedi: Acrobatica al circo, buona parte di potenziamento e streeching dinamico , poi qualche via area su trapezio e qualche esercizio di verticale, concludo con con qualche salto avanti dal trampolino (che ancora non risco a chiudere per bene neanche sui materassi).

Venerdi riposo, la maledizione del raffreddore dei colleghi si avvera, dannazione.

Sabato tengo il workshop a Gallarate presso la Fusion Dance Project, c’è anche un nuovo partecipante.Dopo un’adeguato riscaldamento e gioco di aequilibrio, ci cocentriamo sugli ultimi movimenti base ancora poco visti (tic tac, salto di braccia). Infine cerchiamo di ricostruire la coreografia che avevamo iniziato, per presentarla a fine anno.

Domenica sono davvero cotto , il raffreddore è al massimo! Pero’ posso dire che anche con il lavoro ad alta intensità di lunedi e mercoledi, le mie gambe hanno sopportato bene, durante e dopo l’allenamento. E sono contento perchè i movimenti erano abbastanza carichi per articolazi varie, ma sembra quasi di non averli sentiti.

Allenamento 4-10/2/13

Piccolo riassunto della settimana:  il punto principale è che non ho superato quanto mi ero promesso e quindi proseguiro’ ancora con la tabella.  Credo di dover fare un miglior compromesso con i climb up, dipendono moltissimo dal muro su cui si effettuano: 7 di seguito possono essere davvero lontani quanto invece facilmente ottenibili.

Lunedi corso, cominciamo con gli outdoor anche se la temperatura e la luce sono a livelli infimi. Null’altro che un’ostacolo in più, anche perchè dopo un po’ di movimento ritorna il consueto caldo. Allenamento vario con un po’ di condizionamento tramite il movimento e tecnica divisa in due piccoli gruppetti. Spot nuovo per il gruppo. Si ripetono una decina di volte i movimenti fondamentali (corsa, salti, quadrupedia, arrampicata), in diverse situazioni.

martedi, arrampicata:inizio ad ambientarmi un po’ nella palestra e gira bene sul pannello, faccio qualche boulder un po’ più duro (senza finirlo), ma fino a quando non ne ho più. Finisco con qualche salita con la corda, semplice selmplice, più per non perdere il feeling io e la mia compagna di cordata.

mercoledi, test fisico + corso parkour. E’ un po’ il giorno della prova e ammetto che sono stupidamente un po’ emozionato. Ho poco tempo e faccio un riscaldamento penoso, e sento la fatica del giorno prima bella presente.

Il test è:

2 serie da 5 muscle up + 2 serie da 7 climb up + 2 serie da 10 pull up + 2 x 3 handstand pushup. (pause di 3 minuti tra ogni serie ed esercizio)

Sui muscle up, anche se lenti, tutto  ok. bene. sui climb up come scritto non concludo la prima serie, sento il dorso freddo e  non seguirmi più. Il muro era tra i peggiori possibili (zero grip sui piedi, presa dolorosa). Riprendo con 10 di seguito su muro invece facilitato (grip assoluto e presa quasi completa), e le concludo. i pull-up buoni i primi 10, la seconda serie mi fermo a 8, le altre due sarebbero  state incomplete. Ovviamento zero kipping. Finisco con gli hspu, che vanno, ma il problema è che ne farei anche 5 in una serie, ma non completi (ovvero la testa non tocca il pavimento e le braccia sono troppo larghe, un pessimo modo per considerarle complete). Conclusione lavorero’ per ottenere almeno una hspu completa decente e sulle climb up (Cosa che non lavoravo direttamente da tempo), alleggerendo un po’ la tabella fin qui seguita per aggiungere qualche movimento più specialistico.

A seguire ho il corso, in esterna, anche qui sono felice dei progressi e di alcuni passaggi aperti dai ragazzi: davvero ottimo. Il resto è un circuitino con qualche problem solving e un po’ di scioltezza tra le panchine di marmo.

giovedi:  acrobatica con il circo, mi sono deciso e lo seguiro fino alla fine dell’anno. Assorbo un po’ di rudimenti e progressioni di allenamento che sicuramente mi saranno utili anche come insegnante. Intanto affino quel poco che so e provo in sicurezza flick avanti e indietro (Che faccio quasi tutto da me!), sono contento per la prima volta!

sabato mattina,  anche grazie ai ragazzi che mantegono la passione del parkour e dell’allenamento fuori dai corsi, ci tiriamo insieme per un allenamento in uno spot che ritengo la “piccola vauxall” del Novarese (vabbe’ esagero). E mi tolgo un paio di soddisfazioni di movimenti tosti (non complicati, solo al limite delle mie possibilità). Finiamo con 30 climb up, divisi a set di 2 3 4 ripetizioni. Iniziamo a volumizzare anche i climb up.

 

Allenamento 28-3/01e02/13

Piccola recensione della settimana appena passata, grazie a chi legge nonostante la lunghezza e nonostante gli argomenti :

lunedi, prima potenziamento braccia personale, basato su qualche progressione sempre da verticale, muscle up agli anelli, e lever alla sbarra (ovviamente tentativi di progressioni, più che progressioni vere e proprie). Poi al corso, tecnica con movimenti singoli un po’ più duri e movimenti in scioltezza, per finire con dei circuitini esplosivi e pliometrici, circuito condizionante e per finire, tabata burpees. Conclusione della fase di potenziamento di gennaio.

martedi, Yoga, sessione più di equilibrio e comunque sempre ottimo recupero attivo.

mercoledi, lezione riuscita meglio con i ragazzi più giovani del circo dopo qualche modifica all’organizzazione della sessione, e poi ultima lezione “condizionante” per i ragazzi più grandi: esercizi di controllo di atterraggio, balzi pliometrici, e ancora controllo. Si finisce con potenziamento braccia per gli ultimi 45 minuti.

Giovedi ho un po’ per caso provato acrobatica al circo e devo dire mi è piaciuto parecchio. Ora si tratterà di concentrare tutte queste prove verso un obbiettivo, ma la scelta non è mai semplice. Comunque mi è servito moltissimo per capire che il lavoro che sto facendo in autonomia è sulla strada giusta.

Sabato Outdoor con ParkourWave a Bergamo: un paio di ore di allenamento in esterna, con i ragazzi dei corsi di Bergamo e istruttori al gran completo! Bel riscaldamento con un paio di movimenti non male, ci dividiamo un due gruppetti, e partecipiamo a qualche movimento più difficile, dove la difficoltà è sicuramente aumentata dall’umido della pioggia appena finita. Qualcosa mi porto a casa, che fa sempre bene.

Settimana prossima faro’ il test di forza sulle braccia, se andrà, pubblichero’ la tabella seguita, altrimenti proseguirò per un altro mese circa. Intanto si iniziano gli outdoor anche ad Arona. Partecipate!

Annunci